«A un provino ha insistito per usare un dispositivo massaggiante su di me»- Corriere.it

0
35
di Simona Marchetti

Nel suo libro di memorie «Dying of Politeness», la 66enne attrice ha ricordato alcuni episodi successi durante le riprese del film «Scappiamo col malloppo» del 1990, a cominciare dall’audizione fatta con l’attore nella suite di un hotel

Lavorare con Bill Murray in «Scappiamo col malloppo» non è stata affatto un’esperienza piacevole per Geena Davis che, già durante l’audizione per il film – di cui il 72enne attore era anche co-regista insieme ad Howard Franklin – si era ritrovata in una situazione alquanto imbarazzante. A raccontare gli episodi legati alla pellicola del 1990 è stata la stessa attrice nel suo libro di memorie «Dying of Politeness». Secondo la sua biografia, quando ha fatto il provino per la parte di Phyllis Potter, la Davis – che all’epoca aveva 34 anni – «ha incontrato Murray nella suite di un hotel e lui l’ha salutata tenendo in mano un dispositivo per massaggi chiamato «The Thumper», che insisteva per usare su di lei, malgrado il suo energico rifiuto». Il preoccupante incontro è stato poi seguito da un altro incidente ancora più umiliante per l’attrice che, stando sempre al suo racconto, sarebbe stata bersagliata di insulti durante le riprese dallo stesso attore per un presunto ritardo. «Mentre giravano in esterno Murray è andato dalla Davis nella sua roulotte e ha iniziato a urlarle contro, perché era in ritardo (lei stava aspettando quelli del guardaroba) e ha continuato a urlarle contro mentre lei si precipitava sul set e poi anche quando è arrivata lì, davanti a centinaia di persone del cast, della troupe e semplici passanti».

Riflettendo sull’audizione e su come avrebbe potuto gestirla in modo diverso, in una recente intervista al «Times» la 66enne Davis ha ammesso che «il modo in cui (Murray) si è comportato nel primo incontro è stato brutto. Me ne sarei dovuta andare o avrei dovuto difendere vivamente me stessa, in quel caso non avrei avuto la parte. Avrei potuto evitare quel trattamento, se avessi saputo come reagire o cosa fare durante il provino. Ma ero così non aggressiva che non l’ho fatto…». Per il momento Murray – che lo scorso anno era stato accusato dall’attrice Lucy Liu di averla insultata in modo «inaccettabile» e «imperdonabile» durante le riprese di «Charlie’s Angels» – non ha replicato alle parole della Davis. In ogni caso il suo atteggiamento sgradevole sul set sembra aver messo in pericolo anche il suo prossimo film, «Being Mortal», le cui riprese sono state sospese nell’aprile del 2021 a causa di una denuncia su un presunto comportamento inappropriato di Murray sul set, sebbene non siano stati forniti ulteriori dettagli. A quanto pare, la pellicola è ancora in pausa e non si sa se verrà mai finita.

11 ottobre 2022 (modifica il 12 ottobre 2022 | 07:15)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here