«Al college sono stata violentata diverse volte, ero troppo ubriaca per dire basta»- Corriere.it

0
243
di Simona Marchetti

Ospite del programma tv Today per presentare la sua biografia «Mean Baby», in uscita il 17 maggio, la 49enne attrice ha parlato della sua lunga battaglia contro l’alcolismo, raccontando di essersi ubriaca per la prima volta a sette anni

La prima volta che si è ubriacata aveva solo 7 anni ed è stata – per sua stessa ammissione – «una rivelazione, perché gli effetti dell’alcol mi sembravano il calore di Dio che mi riempiva». Da quel momento Selma Blair non ha praticamente mai smesso di bere fino a quando è diventata adulta, tanto da trasformarsi in un’alcolista esperta, bravissima a nascondere il suo segreto al resto del mondo. «Non so se sarei sopravvissuta all’infanzia senza l’alcol – ha raccontato la 49enne attrice, ospite del programma Today per presentare la sua biografia “Mean Baby”, in uscita il prossimo 17 maggio – perché bere mi serviva per placare la mia ansia ed era un enorme conforto, un grande sollievo. Non bevevo per attirare l’attenzione, bevevo per scomparire». La bottiglia le ha fatto compagnia per l’intero ciclo scolastico – elementari, medie e superiori – ma è al college che ha cominciato ad abusarne sul serio, al punto da diventare una facile preda.

«Durante un viaggio per le vacanze di primavera sono stata violentata da almeno un uomo – si legge in un passo delle sue memorie, pubblicato dalla rivista “People” – . Sono rimasta tranquilla, aspettando che finisse. Vorrei poter dire che quello che mi è successo quella notte è stata un’anomalia, ma non lo era, perché ci sono state svariate volte in cui ero troppo ubriaca per dire “per favore, smettila”». La Blair ha poi continuato a bere senza soluzione di continuità («il desiderio di bere il più possibile, il più spesso possibile, è rimasto con me per più di vent’anni»), cercando pure di togliersi la vita in un paio di occasioni. La svolta è arrivata nel 2016, quando si è ubriacata sul volo da Cancun a Los Angeles ed è svenuta davanti al figlioletto di 4 anni.

«La cosa che mi ha fatto smettere davvero di bere è stata la consapevolezza che sarei potuta morire su quell’aereo – ha detto ancora l’attrice nell’intervista televisiva -. Voglio dire, adesso ero una madre e quello ha cambiato tutto». Sono passati sei anni da allora e la Blair – che sta lottando contro la sclerosi multipla, diagnosticatale in età adulta – è ancora sobria e si è fatta aiutare da un terapeuta per vincere i suoi demoni. «Mean Baby è la mia storia, un corso di sopravvivenza in accettazione».

12 maggio 2022 (modifica il 12 maggio 2022 | 14:51)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here