HomeCinema Serie TV«Cheer», Jerry Harris condannato a 12 anni per abusi sessuali su minori-...

«Cheer», Jerry Harris condannato a 12 anni per abusi sessuali su minori- Corriere.it

Devi leggere

di Simona Marchetti

L’ex star della docu-serie Netflix era stato arrestato dopo che una donna del Texas, madre di due gemelli di 14 anni, aveva trovato delle foto sessualmente esplicite sul telefono di uno dei figli. A febbraio l’ex cheerleader si era dichiarato colpevole

A febbraio si era dichiarato colpevole di possesso di materiale pedopornografico e di essersi recato in un altro Stato per avere rapporti sessuali illeciti con dei minori di 15 anni e adesso è arrivata la sentenza. Jerry Harris è stato condannato a 12 anni di carcere (e a 8 di libertà vigilata) per crimini sessuali contro minori e resterà iscritto a vita nel registro dei molestatori sessuali. La vicenda risale a settembre del 2020, quando l’ex star della docu-serie «Cheer» di Netflix era stato arrestato in seguito alle accuse che gli erano state mosse da una donna del Texas, madre di due gemelli di 14 anni, che aveva trovato delle foto sessualmente esplicite sul telefono di uno dei figli.

All’epoca Harris aveva negato le accuse, salvo poi dichiararsi colpevole mesi dopo, quando erano emersi altri particolari del comportamento illecito dell’ex cheerleader che, prima della lettura della sentenza, ha voluto scusarsi con le sue vittime. «Sono profondamente dispiaciuto per il trauma che i miei abusi hanno causato – ha detto Harris – . Prego nel profondo che la vostra sofferenza finisca. Non sono una persona malvagia. Devo ancora capire chi sono e qual è il mio scopo».

Come detto, Harris aveva raggiunto la popolarità grazie al documentario che racconta il percorso fatto dalla squadra di cheerleader agonistica del Navarro College per vincere il National Cheerleading Championship. E la prima a commentare la notizia della sentenza è stata proprio Monica Aldama, allenatrice del Navarro College Bulldogs Cheer Team di Corsicana, in Texas. «Il mio cuore è in mille pezzi… Sto pregando intensamente per le vittime e tutte le persone colpite», ha scritto su Instagram. Anche Netflix ha rilasciato una dichiarazione ufficiale su quanto accaduto. «Come tutti, siamo scioccati da questa notizia. Qualsiasi abuso di minori è un crimine terribile e rispettiamo il processo legale», si legge nella nota.

7 luglio 2022 (modifica il 7 luglio 2022 | 11:37)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here