HomeSalutechi può averla, chi la rilascia e perché non è un Green...

chi può averla, chi la rilascia e perché non è un Green pass

Devi leggere

L’esenzione al vaccino anti Covid non è cosa per tutti. Su richiesta dell’assistito, possono rilasciarla in pochi: i medici vaccinatori dei Servizi sanitari regionali, il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta (ma devono essere quelli dell’assistito), i medici dell’Usmaf (gli uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera) o del Sasn (l’Assistenza sanitaria per il personale navigante).


Dal 7 febbraio la certificazione viene rilasciata solo in formato digitale, così da poter permettere una verifica attraverso la scansione del Qr Code. Ma l’esenzione non è il Green pass: ha una validità solo in Italia e qui può essere usata per accedere nei luoghi dove è necessaria la certificazione verde. Possono ottenere il certificato di esenzione le persone che per particolari condizioni di salute non possono essere vaccinate o per le quali la vaccinazione deve essere differita.

Omicron, Pregliasco: «La combinazione migliore per la protezione è il vaccinato che si è infettato»

E chi aveva già il certificato di carta?

Varrà fino al 27 febbraio, poi diventerà inutile. Ecco perché chi lo ha deve rivolgersi al medico certificatore per rilasciarne una nuova. Fino al 27, comunque, varrà un sistema a doppio regime: quindi, si potranno usare sia le documentazioni di carta sia quelle digitali.

 

Quali sono le controindicazioni al vaccino?

Tutti i ritrovati vengono controindicati in caso di una ipersensibilità al principio attivo o a uno qualsiasi degli eccipienti (come accade, del resto, anche per le vaccinazioni di altre patologie). Astrazeneca e Johnson&Johnson sono stati controindicati nelle persone che hanno manifestato episodi di sindrome da perdita capillare.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here