HomeSalutedall'Austria all'Indonesia, chi l'ha introdotto nel resto del mondo

dall’Austria all’Indonesia, chi l’ha introdotto nel resto del mondo

Devi leggere

Obbligo vaccinale per gli over 50 in Italia. Una misura che fa discutere, ma non certo isolata nel panorama mondiale. Un numero sempre maggiore di Paesi, dall’Indonesia all’Ecuador, ha infatti deciso di introdurre il vaccino obbligatorio per fasce più o meno estese di popolazione. Più a rilento l’Europa, dove solo Austria, Grecia, Repubblica Ceca e Italia – al momento – hanno preso questa importante decisione per dare l’ultima spallata alla pandemia da Covid-19.

Obbligo di vaccino, multa di 100 euro una tantum: dal 1 febbraio gli over 50 dovranno mettersi in regola

Obbligo vaccinale in Europa

Il primo Paese europeo a introdurre l’obbligo vaccinale è stato l’Austria dove, a partire dal 1° febbraio, tutti i cittadini sopra i 14 anni d’età dovranno essere vaccinati, con sanzioni fino a 3.600 euro per chi non intende mettersi in regola. Dal 16 gennaio il vaccino obbligatorio entra in vigore anche in Grecia, ma limitatamente alla fascia over 60, con multe da 100 euro al mese. A partire dal mese di marzo partirà anche la Repubblica Ceca, con l’obbligo solo per le persone con più di 60 anni d’età. 

In Germania l’obbligo vaccinale è in vigore solo per i lavoratori della sanità, ma l’idea di estenderlo a fasce sempre più ampie di popolazione viene valutata seriamente dal governo, che fra non molto potrebbe prendere una decisione in questo senso. Per quanto riguarda la Francia, invece, il presidente Macron non ha utilizzato mezzi termini nei confronti dei No vax, dichiarando di voler «rompere le scatole», ma per ora la misura più stringente in campo è solo quella del Super Green pass, senza particolari obblighi o sanzioni. Per quanto riguarda gli altri Stati europei, l’obbligo vaccinale è al massimo riservato alla categoria degli operatori della salute.

Obbligo vaccinale nel mondo

Fuori dall’Europa i Paesi che hanno deciso di introdurre il vaccino obbligatorio sono i più disparati. Si va dall’Indonesia, che ha intenzione di vaccinare tutta la popolazione, a Stati come Tagikistan, Turkmenistan e Ecuador, che invece prevedono di inoculare obbligatoriamente “solo” gli over 18. Grandi Paesi dall’Asia al Sud America, ma anche realtà esotiche come la Micronesia, dove l’obbligo vaccinale è in vigore per tutti i suoi 115mila abitanti. E Israele cosa fa? Il Paese “aprifila” di ogni decisione riguardante i vaccini per ora si limita ad autorizzare la quarta dose (primo al mondo), mentre per l’obbligo il dibattito è ancora in corso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here