«Dynasty» su Netflix: ecco che fine hanno fatto i protagonisti

0
30

Il 12 marzo del 1985 Dynasty trionfa all’undicesima edizione dei “People’s Choice Awards”, rassegna a suffragio popolare che sceglie i migliori film e personaggi della stagione televisiva e cinematografica. Il telefilm è eletto “migliore serie televisiva drammatica”. “Dynasty” che aveva debuttato nel 1981 sulla ABC (in Italia sbarca nel 1982 prima su Rete 4 poi su Canale 5) è incentrato sull’epopea della famiglia Carrington e sulla rivalità con i Colby: questi moderni Montecchi e Capuleti sono pronti a tutto pur di vedere i nemici soccombere. Tra storie d’amore, affari petroliferi e innumerevoli intrighi in cui non si contano i personaggi che scompaiono e poi ricompaiono, la serie ottiene un successo straordinario in tutto il mondo, raggiungendo milioni di telespettatori. Il telefilm, di cui si contano 220 episodi in 9 stagioni, è a suo modo innovativo perché affronta per la prima volta negli Usa temi come l’omosessualità e la malattia mentale. A partire dal 2017 è stato prodotto negli Usa un reboot della serie, intitolato sempre “Dynasty”, le cui ultime puntate (siamo arrivati ormai alla quinta stagione) si possono vedere su Netflix a partire dal 24 settembre. A 37 anni dal trionfo ecco che fine hanno fatto i protagonisti della serie originale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here