HomeSaluteefficacia, somministrazione e date. Ecco i dettagli

efficacia, somministrazione e date. Ecco i dettagli

Devi leggere

Arriva una nuova arma per combattere il Covid: l’Aifa ha dato il via libera al vaccino Novavax per gli over 18. La procedura prevede due dosi a distanza di tre settimane l’una dall’altra. «I dati disponibili – rileva la Commissione tecnico scientifica di Aifa – hanno mostrato un’efficacia di circa il 90% nel prevenire la malattia Covid-19 sintomatica anche nella popolazione di età superiore ai 64 anni. Il profilo di sicurezza si è dimostrato positivo, con reazioni avverse prevalentemente di tipo locale». Il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco, Giorgio Palù, spiega che Novavax è stato prodotto con una diversa tecnologia ed ha un vantaggio rispetto ai vaccini mRna: non ha bisogno della catena del freddo per essere conservato. Sarà distribuito in un miliardo e mezzo di dosi nei Paesi in via di sviluppo. Un dato importante, perché, aggiunge Palù, «c’è una necessità planetaria di vaccini» e «il virus si replica soprattutto in paesi senza protezioni».

 

Pillola Merck, arriva l’ok di Fda negli Usa: cos’è e come funziona l’antivirale per il Covid

Covid, l’ultima risposta al Covid: il vaccino Novavax e la pillola di Pfizer

 

Arriva Novavax: efficacia, somministrazione e date

Il vaccino di Novavax sarà disponibile in Italia a partire da gennaio. È stato testato su 50mila volontari e non ha provocato eventi avversi preoccupanti. I dati, però, si riferiscono ad un’epoca nella quale non circolava la variante Omicron in cui questa variante non circolava, «ma abbiamo visto che anche con i vaccini a mRna, non provati in origine contro il nuovo ceppo, si è protetti dalla malattia grave», ha spiegato Patrizia Popoli, presidente della commissione tecnico-scientifica dell’agenzia del farmaco.

 

I ricercatori di Novavax, inoltre, stanno già per avviare studi clinici per la creazione di un’immunizzazione specifica per Omicron. «Data la continua evoluzione del coronavirus, potrebbe essere necessario lo sviluppo di un vaccino contro Omicron – ha detto Gregory M. Glenn, presidente Ricerca e Sviluppo di Novavax – abbiamo già clonato, espresso e caratterizzato il vaccino contro la proteina Spike di Omicron. Prevediamo di iniziare gli studi clinici nel primo trimestre del 2022». Il farmaco, comunque, ha già mostrato una forte risposta immunitaria contro Omicron e altre varianti circolanti, ha aggiunto Glenn.
Un altro dato è interessante: con il vaccino di Novavax le risposte immunitarie degli adolescenti risultano essere da 2 a 4 volte superiori rispetto a quelle degli adulti contro diverse mutazioni del virus, Omicron compresa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here