HomeSaluteGinevra, morta di Covid a 2 anni a Roma: oggi l'autopsia allo...

Ginevra, morta di Covid a 2 anni a Roma: oggi l’autopsia allo Spallanzani

Devi leggere

Si terrà oggi all’Inmi Spallanzani di Roma l’autopsia della bimba di 2 anni deceduta all’ospedale pediatrico Bambino Gesù, dove era arrivata dalla Calabria in condizioni disperate, colpita dal Covid. È quanto apprende l’Adnkronos Salute.

Covid, bambina calabrese muore a due anni: era stata trasportata con volo militare al Bambino Gesù

Nonostante il ricovero in tre ospedali, Ginevra non ce l’aveva fatta. La bimba di due anni, positiva, trasferita sabato da Catanzaro a Roma per una grave insufficienza respiratoria è morta all’ospedale Bambino Gesù domenica 30 gennaio: le sue condizioni già all’arrivo nel nosocomio della Capitale erano apparse disperate tanto che «i team medici non hanno avuto neanche il tempo di intervenire» ha poi spiegato l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato.

E proprio l’ultimo report settimanale dell’Iss aveva evidenziato che sono in aumento i casi diagnosticati per 100.000 abitanti nella fascia 5-11 anni e nei bambini sotto i 5 anni. Complessivamente dall’inizio dell’epidemia al 26 gennaio sono stati 2.009.862 i casi nella popolazione 0-19 anni con 12.365 ospedalizzazioni, 300 ricoveri in terapia intensiva e 39 morti. Ginevra Soressa, viveva a Mesoraca, comune di poco più di 6000 abitanti, con la mamma Rossella, una laurea in scienze pedagogiche e il papà Giuseppe Sorressa, carabiniere, era stata prima ricoverata all’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone. Ma per l’aggravarsi delle sue condizioni la sera del 28 gennaio era stata trasferita nel reparto pediatrico e rianimazione dell’ospedale «Pugliese Ciaccio» di Catanzaro. Il precipitare della situazione ha costretto i medici a decidere un nuovo trasferimento alla volta di Roma.

Omicron e scuola, la ministra Bonetti: «La Dad crea troppi disagi, vacciniamo tutti i ragazzi»

LA CORSA – E per fare presto sabato pomeriggio è stato organizzato dalla Prefettura di Catanzaro un volo con un mezzo dell’Aeronautica Militare, un C-130J della 46esima Brigata Aerea di Pisa, in cui è stata imbarcata un’ ambulanza con la piccola ed una equipe medica. Dopo l’arrivo a Ciampino, la bambina è stata portata dalla stessa ambulanza all’ospedale pediatrico della Capitale. Qui la piccola paziente è arrivata «già intubata e in condizioni disperate, con insufficienza respiratoria e compromissione delle funzioni vitali». Nonostante tutti i tentativi dei sanitari la bambina è morta poche ore dopo l’arrivo in ospedale. Una famiglia quella di Ginevra pro vaccini, come testimoniano i molti post pubblicati dalla mamma su Fb.

La notizia della sua morte, ha scritto il sindaco di Mesoraca, «lascia un intero paese scosso e distrutto» visto che è «volata in cielo una piccola creatura di appena due anni, bella, raggiante e dal sorriso meraviglioso». Quello stesso sorriso che la ritrae lo scorso dicembre con mamma e papà davanti ad un enorme torta rosa a due piani in cui festeggiano insieme il suo secondo compleanno, l’ultimo. E anche per il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, «La scomparsa della piccola Ginevra rappresenta una ferita dolorosa per tutti noi. Ci stringiamo attorno alla famiglia che sta vivendo questo grande dolore e voglio rivolgere loro a nome mio e dell’amministrazione regionale le condoglianze più sentite».

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here