«Harry Potter e la pietra filosofale» usciva 18 anni fa, come sono diventati i protagonisti

0
38

Il 16 novembre 2001 usciva in tutto il mondo «Harry Potter e la pietra filosofale», pellicola diretta da Chris Columbus tratta dall’omonimo romanzo fantasy della scrittrice britannica J. K. Rowling, primo film della saga sul maghetto più famoso del cinema. Il protagonista è un orfano interpretato da Daniel Radcliffe che nel giorno del suo undicesimo compleanno, dopo aver vissuto una difficile infanzia in casa degli zii materni Vernon e Petunia Dursley che lo trattavano come un estraneo, riceve la visita di Rubeus Hagrid (Robert Coltrane, scomparso ieri), guardacaccia della Scuola di Hogwarts. Rubeus gli consegna una lettera con la quale il bambino scopre di essere un mago e di essere stato ammesso all’istituto di Magia e stregoneria. Harry trascorrerà un anno a Hogwarts, stringerà amicizia con i compagni Ron Weasley (Rupert Grint) e Hermione Granger (Emma Watson) e grazie alle sue qualità magiche riuscirà a evitare che la pietra filosofale custodita nella scuola finisca nelle mani del malvagio Voldemort, il mago oscuro più grande e temuto. Al suo arrivo nelle sale «Harry Potter e la pietra filosofale» conquistò la critica, che lodò la fedeltà al romanzo fantasy e gli incredibili effetti speciali, e al botteghino fu un autentico successo: costato 125 milioni di dollari, ne incassò 978 dando così il via a una saga cinematografica con 7 sequel. Ecco cosa è successo negli anni a tutti i protagonisti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here