Impossible», Tom Cruise minacciato di morte da un ex dipendente- Corriere.it

0
45
di Simona Marchetti

Secondo quanto riporta il Sun, il 60enne attore e il regista Christopher McQuarrie sono stati costretti a rafforzare le misure di sicurezza, dopo che un membro dello staff ha reagito in modo rabbioso al licenziamento

Sembra la trama di uno dei suoi film, solo che in questo caso le minacce di morte sono reali e, per non correre rischi, Tom Cruise ha dovuto assumere una pattuglia di bodyguard specializzati, che vigilino sulla sua sicurezza e su quella del regista Christopher McQuarrie. Come riportato inizialmente da Vanity Fair, tutto è nato a causa di un ex dipendente che, dopo essere stato fatto fuori dalla produzione di «Mission: Impossible 8», ha reagito in modo rabbioso, iniziando un’aspra battaglia legale contro il 60enne attore, il regista e la Paramount e arrivando anche alle minacce.

Cosa che ha spinto Cruise e McQuarrie a prendere provvedimenti per la loro incolumità, nel caso in cui la situazione – già brutta di suo – degenerasse ancora di più. «Tom e Chris stanno ancora lavorando a “Mission: Impossible 8”, per lo più nel Regno Unito – ha confermato una fonte al Sun – ma le cose sono diventate sempre più spiacevoli per via di un ex membro dello staff e non è il caso di correre rischi. È l’arte che imita la vita, sul set è tutta una questione di minacce pesanti e di protezione e ora la stessa cosa sta succedendo dietro le telecamere. A causa della sua fama, Tom è abituato a girare con le guardie del corpo per la maggior parte del tempo, ma per Chris è una cosa del tutto nuova, ma nessuno vuole rischiare».

A quanto pare l’uomo licenziato era stato assunto per trovare le location per le scene più acrobatiche, fra cui quella di un mega incidente ferroviario, anche se poi i suoi piani non sono mai stati attuati nei film. Da quel momento l’ex dipendente ha cominciato a lanciare una serie di accuse, sostenendo che esistano dei legami controversi con degli oligarchi russi che finanziano i film di Cruise e che l’FBI starebbe indagando sul denaro arrivato alla Paramount. Tutte illazioni mai confermate. «La situazione è diventata davvero molto sgradevole – ha concluso l’insider – ma le persone coinvolte nei film sono sicure che si risolverà tutto per il meglio e che si tratta solo di un ex membro dello staff arrabbiato».

Cruise e McQuarrie hanno una lunga storia di collaborazione alle spalle: il regista ha infatti diretto molti dei film della star di Hollywood, fra cui «Jack Reacher» del 2012, «Mission: Impossible – Rogue Nation» del 2015 e «Mission: Impossible – Fallout» del 2018. Attualmente la coppia è impegnata nella realizzazione del settimo e ottavo capitolo della saga di «Mission: Impossible» (dal titolo «Mission: Impossible – Dead Reckoning»), che usciranno rispettivamente nel 2023 e 2024.

12 ottobre 2022 (modifica il 12 ottobre 2022 | 13:48)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here