Jamie Lee Curtis vendicatrice di Halloween, Benedetta Porcaroli Amanda: i film nei cinema, su Sky, Netflix, Prime e le altre piattaforme

0
31

Non malaccio l’idea di fondo di Halloween Ends, tredicesimo e (forse) ultimo capitolo della saga creata 44 anni fa da John Carpenter, terzo titolo della trilogia finale che comprende anche Halloween (2019) e Halloween Kills (2021): il male non solo Michael Myers, l’assassino seriale con la faccia imbiancata, ma il veleno della malvagit che ha contagiato un’intera comunit, la collosa Haddonfield. Il male non individuale ma collettivo, diffuso, tracimante. Una sovrapposizione di pensieri oscuri e letali che portano a delitti e sofferenza. Sicch l’ormai anziano Myers, a suo tempo bruciato, colpito a morte e sepolto in un manicomio criminale, diventa la longa manus del demonio, l’esecutore (e il virus) della cattiva coscienza sociale.
Da quattro anni non c’ pi traccia di lui, ma tutti lo temono ancora come se non se ne fosse mai andato. La sua avversaria sempre Laurie Strode (Jamie Lee Curtis), che vive vigilando & tremando insieme alla nipote Allyson (Andi Matichak) dopo la morte della figlia e del marito per mano del pazzoide. Laurie non si d pace. Sta scrivendo le sue memorie di vittima privilegiata e tutti ormai la considerano un po’ svitata, persino il poliziotto che negli anni ha seguito il caso.
L’elemento nuovo sono gli incubi di Corey Cunningham (Rohan Campbell), meccanico nell’officina di pap, preso di mira dai bulli, soffocato dalla madre, corteggiatore di Allyson. accusato di aver ucciso un bambino a cui faceva da baby-sitter. Il giovanotto stato assolto, ma in citt gli danno il tormento. la miccia vicino all’accendino. Cova la sindrome di Joker. E Laurie l’unica, di riffa o di raffa, che pu fermare il massacro.
Horror semi-preistorico ma di sicuro impatto, pieno di fascino antico, elementare, ingenuo e chiassoso con tutte quelle porte che sbattono. Il male, racconta Halloween Ends, una malattia di travolgente potenza. stato emozionante dire addio a Laurie Strode. La interpreto da 44 anni. Sono due terzi della mia vita, quindi s, stato piuttosto strano. Il primo film ha cambiato la mia vita al cento per cento. Ogni cosa bella che mi successa si verificata grazie ad Halloween, ha spiegato Jamie Lee Curtis. Lo stile del regista David Gordon Green datato, schematico, espressionista. Ma quando MM esce dalla caverna in cui si rifugiato e come una belva ferita alza la mannaia nell’ombra i brividi sono assicurati.

HALLOWEEN ENDS di David Gordon Green
(Usa, 2022, durata 111’)

con Jamie Lee Curtis, Will Patton, Rohan Campbell, Kyle Richards, Andi Matichak, Nick Castle
Giudizio: *** su 5 (per nostalgia)
Nelle sale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here