La Lettonia conquista la giuria in una rassegna ancora in cerca di nuove identità- Corriere.it

0
31
di

Si conclude la Festa del cinema di Roma: «Janvaris» incassa tre premi, miglior film, miglior regia, miglior attore. «Causeway» con Jennifer Lawrence migliore opera prima

Due film, il lettone Janvaris e il coreano
Jeong-Sun
, hanno fatto incetta di premi alla Festa: miglior film, regista e attore per il primo, gran premio della giuria e attrice per il secondo (storia di una operaia che paga la leggerezza con cui si è fatta riprendere dal suo amante occasionale). Una scelta fin troppo radicale quella della giuria presieduta da Marjane Satrapi perché la selezione aveva presentato anche altri titoli meritevoli, come
Raymond & Ray
e Causeway, quest’ultimo recuperato dalla giuria presieduta da Julie Bertuccelli come miglior opera prima.

Oltre all’introduzione dei premi, comunque, la nuova guida della Festa (Gian Luca Farinelli alla presidenza, Paola Malanga alla direzione artistica) ha cercato di rinsaldare il legame con la città, coinvolgendo altri punti di proiezione (l’Auditorium non è fatto per il cinema) e ribadendo col concorso la centralità dei film rispetto a incontri e passerelle. Una formula che avrà bisogno però di qualche messa a punto, soprattutto per la sovrabbondanza di titoli che hanno finito per farsi concorrenza l’un l’altro.

Così come la presenza di ben 47 opere italiane nelle varie sezioni non sembra il mezzo giusto per favorire il ritorno del pubblico in sala (compito che, bisogna dire, neppure Venezia sembra essere riuscita a soddisfare). Resta comunque l’ombra di quel «peccato originale» che nei diciassette anni della sua vita ha sempre tormentato la Festa, tra ambizioni egemoniche e tentazioni elitarie, tra cinefilia e popolarità, «condannando» la manifestazione a un inevitabile confronto con gli altri festival mentre cercava di inseguire una sua difficile differenza. Certo, i cinque mesi avuti a disposizione per realizzare questa edizione sono una giustificazione più che valida per spiegare certe sbavature: l’augurio è che con più calma, la Roma del cinema trovi finalmente la sua strada.

22 ottobre 2022 (modifica il 22 ottobre 2022 | 20:48)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here