«La protesi mi ha salvato la vita, il cancro poteva arrivare ai polmoni e al fegato»

0
28

A 53 anni decide di ricorrere alla chirurgia plastica per rifarsi il seno e scopre di avere un cancro. Rebecca Craggs ha lo scorso ottobre ha deciso di sottoporsi a una mastoplastica additiva, ma quando si è tolta le bende, ha sentito un nodulo sul seno destro. La mamma di due figli, si è rivolta subito al suo medico di famiglia per farsi controllare perché sentiva che qualcosa non andava e a dicembre le è stato diagnosticato un tumore al seno. I chirurghi hanno rimosso il nodulo di 4 centimetri e hanno detto a Rebecca che il cancro fortunatamente non si era diffuso.


Sente un nodulo al seno ma i medici si rifiutano di farle una mammografia perché «troppo giovane»: 1 anno dopo scopre di avere un tumore al 4° stadio

Si rifà il seno e scopre di avere un tumore

Poi dopo la radioterapia e tanta paura la sua vita è tornata alla normalità. L’ex dirigente marketing, di Birmingham (Regno Unito), ha dichiarato: «Sto solo contando le mie stelle fortunate – racconta al The Sun – è stato grazie all’intervento che ho scoperto il tumore: le protesi hanno spinto avanti il nodulo». È piacevolmente stupita la donna che pensa alle conseguenze qualora non si fosse sottoposta all’intervento estetico. «Avevo fatto una mammografia 15 mesi prima ed era tutto apposto, così avrei potuto ignorare l’esistenza del cancro per almeno altri due anni fino al prossimo controllo che faccio abitualmente»

Se in effetti la donna non se ne fosse accorta le cose sarebbero potute andare diversamente: «L’intervento mi ha salvato, il tumore non è progedito poteva finire nei miei polmoni, fegato o altro».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here