la star nuda sul letto accanto al telefono- Corriere.it

0
48
di Barbara Visentin

La star si tolta la vita fra il 4 e il 5 agosto 1962. Nel tempo si sono susseguite tante teorie fra omicidi e complotti

La notte fra il 4 e il 5 agosto 1962 Marilyn Monroe viene trovata priva di vita nella sua camera: nuda, distesa sul letto a faccia in gi, ha in mano la cornetta del telefono. Il decesso viene ufficialmente archiviato come probabile suicidio, causato da un’overdose di barbiturici. Da quel momento, per, la ricostruzione delle sue ultime ore e le tante teorie, anche cospiratorie, sulla sua morte, avvenuta ad appena 36 anni, non hanno smesso di tenere banco, avvolgendo di mistero la scomparsa di una delle dive pi affascinanti di sempre.

Marilyn, nata Norma Jeane Mortenson, aveva trascorso quel sabato 4 agosto a casa, nella sua villa di Brentwood, a Los Angeles, dove viveva sola con la governante Eunice Murray. Tra telefonate, visite di lavoro, sessione di terapia con il suo psichiatra, si era ritirata presto nella sua stanza. E attorno alle 3.30 di notte la governante, convinta che ci fosse qualcosa di anomalo, si era alzata, trovando la luce accesa sotto la sua porta, chiusa a chiave, e non ottenendo risposta dall’attrice.

Negli anni le ipotesi di omicidio hanno tirato in ballo ora la famiglia Kennedy, ora i servizi segreti, ora la criminalit organizzata. Ma nel 1982, quando il caso fu riesaminato, non emerse nessuna prova che portasse a una ricostruzione diversa da quella ufficiale.

31 luglio 2022 (modifica il 31 luglio 2022 | 07:07)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here