HomeCinema Serie TV«Sono arrivato all’ultima tappa della mia carriera»- Corriere.it

«Sono arrivato all’ultima tappa della mia carriera»- Corriere.it

Devi leggere

di Simona Marchetti

In un’intervista al magazine GQ il 58enne attore ha rivelato che sta pensando di ritirarsi dalle scene e che il prossimo trimestre o al massimo semestre potrebbe essere quello dell’addio. Intanto il 25 agosto esce al cinema «Bullet Train»

Per ora la sola cosa a cui Brad Pitt ha detto veramente addio sono le sigarette («Sono in un’età in cui non mi fanno per niente bene»), ma molto presto potrebbe anche smettere di recitare, perché sente che sta arrivando il momento giusto per farlo. «Penso di essere arrivato all’ultima tappa della carriera, il semestre o trimestre finale», rivela infatti il 58enne attore in un’intervista a GQ che gli ha dedicato il numero di agosto. Ancora non sa quale percorso seguire per mettere la parola fine a una carriera trentennale, ricchissima di soddisfazioni e di riconoscimenti (leggi l’Oscar del 2020 per «C’era una volta a… Hollywood»), ma quel che è certo è che ci sta pensando.

«Cosa racconterà questo capitolo? Come voglio strutturarlo?», sono le domande che si pone e alle quali non sa per ora dare una risposta. «In questo momento il più grande regalo della vita è la gioia – ammette – . Prima mi muovevo sempre con le correnti, andando alla deriva. Penso di aver passato anni in depressione ed è stato solo quando sono riuscito a fare i conti con questo, cercando di abbracciare tutti i lati di me stesso – il bello e il brutto – che sono stato in grado di cogliere questi momenti di gioia. Adesso mi sento felice».

Ed è proprio in nome di questa ritrovata felicità che sta pensando di chiudere con Hollywood per dedicarsi ad altre cose che gli piacciono, come le sculture (durante la pandemia ha imparato a lavorare la ceramica) e i mobili (alle medie ha seguito un laboratorio di falegnameria). «Sono una di quelle creature che parlano attraverso l’arte – confessa ancora l’attore – . Tutto ciò che voglio è creare. Quando non lo faccio, mi sembra un po’ di morire».

A giudicare però dal numero di progetti di cui si sta occupando e che lo vedono impegnato sia in prima persona (il 25 agosto uscirà «Bullet Train» e a dicembre «Babylon», entrambi con Margot Robbie) sia attraverso la sua società di produzione Plan B Entertainment (quest’anno usciranno «Donne che parlano», un adattamento del romanzo di Miriam Toews e «Blonde», l’attesissimo film Netflix su Marilyn Monroe), l’addio al cinema non sembra poi tanto vicino.

23 giugno 2022 (modifica il 23 giugno 2022 | 22:47)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here