HomeCinema Serie TV«Thor Love and Thunder» storia d’amore e di superpoteri- Corriere.it

«Thor Love and Thunder» storia d’amore e di superpoteri- Corriere.it

Devi leggere

Al cinema il 6 luglio il nuovo capitolo Mcu diretto da Taika Waititi con Chris Hemsworth e Natalie Portman. Il cattivo Bale, Russel Crowe e Matt Damon tutti da ridere

Supereroi in balia di umanissime fragilit e tormenti sentimentali e esseri umani che, nel momento pi tragico, si scoprono dotati di superpoteri in grado di salvare il mondo. Il pi poderoso degli dei, Zeus, anzich preoccuparsi dello sterminio dei suoi simili messo in atto per vendetta da un devoto deluso, si preoccupa di organizzare orge e festini nel Gran Pantheon di Omnipotence City. Un’arma magica che si comporta come una fidanzata tradita. Alla sua seconda incursione nel cineuniverso Marvel, dopo Thor Ragnarok, il regista Taika Waititi porta all’estremo il suo mescolare le carte. Thor. Love and Thunder una mix di fantasy, avventura, comicit slapstick. E commedia romantica con tocchi commoventi degni di Love story
. il bello dei film Marvel — spiega il regista di Jojo rabbit — ti permette di mettere tanti generi diversi in un solo lavoro. un cinema fatto per divertire. Dal 6 luglio, quando il film arriver in sala con Walt Disney Company Italia, si capir se il pubblico della saga pronto a seguirlo. Di certo lo hanno fatto i suoi attori, a cominciare da Chris Hemsworh che dal 2011 indossa tuta e martello del Dio del tuono. Sono legatissimo a Thor, lo interpretato da undici anni. Da quando entrato il gioco Taika lo ha reso pi giovane e immaturo. Lo trovo un personaggio pi fresco. un viaggio alla scoperta delle debolezze umane dei supereroi e della capacit degli esseri umani di comportarsi da eroi. La sfida ricreare un personaggio noto ai fan, rinnovarlo ma rimanere fedeli alla sua natura. Waititi rilancia. Siamo diventati amici. Ho solo portato all’estremo le sue caratteristiche, ho reso Thor pi simile a Chris. Un documentario, scherza l’attore australiano che in questo film ha ceduto il controllo del martello magico, Mjolnor alla sua ex fidanzata, la scienziata Jane Foster (Nicole Portman) che gi nel fumetto, malata di cancro, doveva affrontare una chemioterapia. Il martello esercita su di lei un misterioso richiamo, si trova trasformata in Mighty Thor, e pi combatte, pi il suo ex supera la sua crisi esistenziale riscoprendo il richiamo dei sentimenti che dopo i lutti dei film precedenti aveva ripudiato. Combatteranno amorevolmente fianco a fianco — anche con Valchiria (Tessa Thompson) e Korg (lo stesso Waititi) — per salvare i bambini di New Asgard, rapiti dal perfido Gorr (Christian Bale) che sogna una carneficina di dei come vendetta per la morte della figlia.

Ritorni e sense of humor

Per Natalie Portman un ritorno inaspettato tra i Marvel. Aveva lasciato la sua Jane in Thor The Dark World: la parte dell’astrofisica innamorata che aspetta il ritorno a casa del supereroe le stava stretta. Waititi l’ha convinta a tornare ribaltando i ruoli: lei guerriera, lui tenerone. stato surreale mettermi la tuta da Thor dopo averla vista per anni addosso a Chris. Ma ho capito quanta fatica ci voglia per interpretare un supereroe, ammiro i colleghi. Compreso Crowe: il suo Giove vira decisamente sul comico, ancora pi del picchiatore alla Bud Spencer di TheNice Guys. Siamo abituati a vederlo in ruoli molto eroici, stato buffo trovarlo in un personaggio cos ridicolo. Ha dimostrato molto senso dell’umorismo. Ne d ampia prova anche Matt Damon grazie al suo cameo. un improbabile Loki nella rappresentazione teatrale sulle imprese dei nostri eroi per i turisti in visita a New Asgard, dove Luke Hemsworth (fratello di Chris) Thor e Sam Neill fa la parte di Odino. Chi, almeno sullo schermo, non ha alleggerimenti comici il cattivo del film, Christian Bale. Un uomo buono e probo che dopo la morte della figlia e l’insensibilit degli dei per le tragedie dell’umanit diventa uno sterminatore, Gorr il Macellatore degli Dei, assetato di vendetta. pi divertente come attore fare i cattivi che gli eroi, hanno pi sfumature. Nel suo caso capisci cosa lo spinge a diventare un mostro. Con Waitiki si mescolano sempre commedia e tragedia. Anche sul set: fa il matto, canta, suona, girare una follia. Torna serio per dire ci che pensa della sentenza della Corte Suprema Usa sull’aborto. Vorrei dire che abbiamo tutti un superpotere: andare a votare.

5 luglio 2022 (modifica il 5 luglio 2022 | 16:43)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here